2022 un anno di bonus per la casa

2022 un anno di bonus per la casa

Con l’approvazione della manovra in Commissione Bilancio al Senato il 2022 si conferma un nuovo anno di bonus per la casa e, in generale, l’edilizia.
Torneranno tutte le agevolazioni principali che hanno portato dopo la pandemia a un vero e proprio boom nel settore dell’edilizia.
Facciamo insieme un riassunto di quali sono i bonus, a quanto ammontano e chi potrà richiederli nel 2022.

Superbonus 110%

Il Superbonus 110% rientra tra i bonus casa 2022: la detrazione è stata prorogata con novità significative. Introdotto dal Decreto Rilancio per specifici interventi di efficienza energetica e antisismicità negli edifici, il Superbonus 110% viene esteso a tutte le abitazioni unifamiliari, senza limite di ISEE, a RSA e Onlus e alle abitazioni raggiunte dal teleriscaldamento.

Per gli interventi sulle abitazioni unifamiliari, il Superbonus è prorogato fino al 31 dicembre 2022, a condizione che entro giugno 2022 sia completato il 30% dei lavori.

Le altre novità per Superbonus nel 2022 sono: l’equiparazione dei lavori trainanti e di quelli trainati, la proroga al 2025 per gli interventi nelle regioni colpite da sismi dal 2009, la conferma della validità fino a 48mila euro anche per gli impianti fotovoltaici e infine un’ulteriore spinta alle energie rinnovabili, con un bonus previsto per gli impianti di produzione elettrica con sistemi di accumulo.

Ecobonus 2022 per riqualificazione energetica

L’ecobonus è stato prorogato fino al 31 dicembre 2024 senza modifiche. Resta quindi in vigore la detrazione sugli interventi di efficienza e riqualificazione energetica degli edifici.
Sono quindi confermate le detrazioni al 50% per le spese relative ad acquisto e posa di finestre con infissi e schermature solari nonché sostituzione degli impianti di climatizzazione con caldaie a biomassa o a condensazione almeno di classe A.

Bonus ristrutturazione 2022

Il bonus ristrutturazione è stato esteso fino al 31 dicembre 2024 senza modifiche.
L’agevolazione riguarda gli interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di ristrutturazione edilizia in edifici singoli o condomini, con spese sostenute dal proprietario ma anche dall’inquilino o dal comodatario.
Con un limite di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare, è possibile usufruire di una detrazione del 50% o, in alternativa, di una cessione del credito o di uno sconto in fattura.
Gli interventi ammessi comprendono la cablatura, il risparmio energetico, le misure di sicurezza statica e antisismica, la diminuzione dell’inquinamento acustico, la bonifica da amianto o altri materiali pericolosi, la prevenzione degli infortuni domestici fino alla realizzazione di posti auto.
Bonus mobili ed elettrodomestici

Il bonus mobili ed elettrodomestici è prorogato al 2024 con alcune novità.

La detrazione del 50% verrà applicata su un limite di spesa di 10.000 euro nel 2022 (non più 16.000 come nel 2021), che verrà ulteriormente ridotto a 5.000 euro nel 2023 e 2024.
Modificate anche le classi energetiche degli elettrodomestici: non inferiore alla A per i forni, E per le lavastoviglie, lavatrici e lavasciugatrici, F per i congelatori e i frigoriferi.
Il bonus è erogabile solo nel caso di arredo di immobili oggetto di ristrutturazione: l’inizio dei lavori deve essere datato almeno a partire dal primo gennaio dell’anno precedente all’acquisto degli immobili.

Bonus facciate 2022

Il bonus facciate viene prorogato al 2022 con un taglio alla detrazione, dal 90% al 60%, ma senza limiti di spesa.
Il bonus facciate riguarda i lavori di pulitura e tinteggiatura esterni, finalizzati a recupero e restauro della facciata, ma anche gli elementi di decoro: i balconi, i fregi, gli ornamenti. Gli edifici devono essere ubicati in zona A, ovvero nei centri storici, o B, parti urbanizzate ma non del tutto edificate.
Il bonus è valido anche per il ripristino, il consolidamento, la pulitura e la tinteggiatura di parapetti, ringhiere, cornicioni, nonché per il rifacimento della pavimentazione del balcone. La detrazione è prevista in dieci quote annuali di pari importo.

Bonus verde 2022

Il bonus verde è prorogato al 2024 senza modifiche.
Confermata quindi la detrazione del 36% per la sistemazione a verde di case e condomini: realizzazione di coperture a verde, giardini pensili, sistemazione a verde di aree scoperte private, con relative spese di manutenzione e progettazione.

Compare listings

Confrontare
Chat
Chattiamo
Ciao,
come posso aiutarti